Android-10

Qualche giorno fa è arrivata la notizia che Google ha effettuato un rebrand per quanto riguarda il sistema operativo Android. Questa scelta è sia di design che funzionale. Infatti è stato adottato un nuovo logo e nuove impostazioni per migliorare l’usabilità degli smartphone. Di contro invece si è deciso di abbandonare le lettere che hanno contraddistinto le varie versioni del sistema del robottino verde fino ad ora.

Android 10 era conosciuto come Android Q fino a qualche giorno fa. Adesso che la Q è sparita dalla nomenclatura ufficiale, il team di sviluppo ha deciso di rivelare il dolce da associare all’OS. Il major update si sarebbe dovuto chiamare Queen Cake, dei muffin ricoperti da una glassa al cocco.

Android 10 rappresenta un cambiamento netto con il passato

Proprio il fatto che i dolci appartengono a tradizioni non globalmente riconosciute è stato decisivo per la scelta di abbandonare questi nomi. Tuttavia gli sviluppatori continueranno ad usare questi nomignoli per distinguere le varie versioni.

Tra le altre novità, spicca il nuovo logo di accensione degli smartphone. Adesso ha una rilevanza maggiore il robottino che muoverà gli occhi in tutte le direzioni durante la fase di caricamento. Una clip che mostra il logo è stata condivisa su Twitter da Dave Burke.

Android 10 inoltre rappresenta il passaggio definitivo dell’OS di Google alle gesture. Mointain View ha iniziato questo processo già nel corso delle scorse release, ma si è voluto accelerare il processo per superare i tasti di navigazione. La scelta si è resa necessaria in quanto ogni produttore ha sviluppato il proprio sistema di navigazione a gesture. Con la nuova versione di Android si cerca di dare una linea comune da seguire.

Non resta che attendere il debutto dei Pixel 4 per vedere finalmente all’opera Android 10 in tutto il suo splendore.