smartphone-al-volante

Oggi giorno l’utilizzo degli smartphone al volante è sempre più frequente purtroppo; secondo le varie analisi condotte, i dispositivi mobili causano fino al 75% di incidenti stradali.

Purtroppo sono in tantissimi i consumatori che sottovalutano l’effetto dello smartphone utilizzato durante la guida; anche se la scusa più come è “solo per un secondo”, è necessario anche un solo nano secondo per causare un incidente e mettere a rischio la propria vita e quella degli altri; proprio perché negli ultimi anni il numero delle vittime è decisamente aumentato, hanno deciso di introdurre delle nuove sanzioni.

Smartphone durate la guida: ecco cosa si rischia

Guidare un automobile è una cosa seria e non bisogna prenderla con leggerezza; proprio per questo motivo che è importante non utilizzare il proprio smartphone durante la guida né per controllare le notifiche di Whatsapp, né per inviare una nota vocale e neppure per controllare le notifiche dei vari social.

Non bisogna sottovalutare questo tipo di azione perché non si mette a rischio solo la propria vita ma anche quella di chi ci sta intorno in quell’istante; proprio perché negli ultimi anni, gli incidenti stradali causati dalla distrazione degli smartphone sono aumentati notevolmente se Santo Puccia ha deciso di introdurre una nuova sanzione.

Santo Puccia è il Primo Dirigente della Polstrada e ha deciso di combattere l’utilizzo dello smartphone mentre si è alla guida con sanzioni molto più severe; non si tratta solo di multe che variano dai 400,00 Euro ai 1687,00 Euro e del ritiro dei punti sulla patente ma, la sua proposta è molto più che rigida.

Tutti i consumatori che saranno soltanto beccati in fragrante durante la guida di un automobile con uno smartphone in mano, sarà punito con il ritiro immediato della patente; in questo modo, Santo Puccia spera di spaventare tutti i guidatori per diminuire ed eliminare definitivamente questo tipo di azione.