Google Chrome

Negli ultimi anni il browser del colosso della Mountain View, Google Chrome, ha fatto molta strada facendosi spazio tra i principali browser che per molto tempo hanno dominato il mercato. Gli oltre 4 miliardi di Download confermano che quest’ultimo viene utilizzato su ogni tipo di piattaforma è preferito ai browser preinstallati su queste ultime come Edge, Mozilla Firefox e addirittura Safari su iOS / MacOS. Ad oggi, infatti, Google Chrome è in assoluto il browser più utilizzato ed apprezzato in tutto il mondo.

Per mantenere Chrome al passo con i tempi, Google aggiorna quest’ultimo costantemente introducendo ogni volta alcune novità e, allo stesso tempo, migliorando le funzionalità già introdotte. Negli ultimi giorni, infatti, è stata rilasciata la patch 75 che introduce una valanga di novità. Scopriamo di seguito i dettagli.

Google Chrome si aggiorna alla versione 75: ecco tutte le novità

  • Ulteriori opzioni per le animazioni web sono disponibili per gli sviluppatori, con miglioramenti all’API Web Animation.
  • Le richieste di rete sincrone quando una pagina viene chiusa sono ora bloccate.
  • Le pagine Web ora possono controllare se il dispositivo supporta una determinata dimensione del campione, frequenza di campionamento, latenza e conteggio dei canali per la riproduzione audio.
  • I nuovi eventi “overscroll” e “scrollend” consentono alle pagine Web di determinare quando il contenuto viene sottoposto a over-scrolling o quando lo scorrimento è terminato. Questo può aiutare a creare, ad esempio, animazioni pull-to-refresh del battitore.
  • I fruitori del servizio ora appaiono nel Task Manager di Chrome.
  • L’API di autenticazione Web ora supporta i PIN per “chiavi che implementano il protocollo FIDO CTAP2”.
  • Una nuova funzione è in fase di sviluppo per il blocco degli iframe (la maggior parte degli annunci incorporati, dei video e così via) quando l’utente scorre oltre.
  • Il metodo canvas.getContext() ora supporta un suggerimento desincronizzato, che potrebbe rendere un po ‘più veloce le app Web che si basano sull’elaborazione di immagini o video.

Oltre alle novità appena citate, Google ha pensato anche a migliorare alcune delle funzioni già presenti come  il tema scuro, i colori del font e le varie funzioni di condivisione.