michelin uptis pneumatico senza aria anti foratura

Michelin e General Motors hanno presentato il nuovo pneumatico senza aria durante un summit sulla mobilità sostenibile a Montreal chiamato Movin’On. In questo evento è di solito previsto l’incontro del mondo dell’industria, della politica e della finanza con quello dell’informazione e della ricerca.

Si chiamerà Michelin Uptis, ovvero Unique Puncture-proof TIre System, per uno pneumatico unico a prova di foratura. Per ora parliamo di un disegno e di un video rendering, ma Michelin e General Motors sono sicuri di poter produrlo in serie entro 5 anni e che la sperimentazione avverrà da quest’anno sulle strade del Michigan.

 

Automobili: il primo pneumatico senz’aria che non teme forature

A livello pratico, troviamo una striscia di gomma tassellata fissata su una struttura in polimeri e fibra di vetro formata da tanti raggi. A sua volta il cerchio è in alluminio. Proprio al Movin’On nel 2017 Florent Menegaux, amministratore delegato di Michelin, stabilì che Uptis incarnava tutto ciò che serve da uno pneumatico del futuro: senz’aria, stampabile, connesso e sostenibile. “Abbiamo bisogno di tecnologie realistiche e dobbiamo avere un approccio realistico realizzando la nostra visione passo dopo passo. E questo è un nuovo passo“.

L’Uptis ha un potenziale enorme per tenere l’ambiente pulito, evitare forature e scontri con la sicurezza. La pressione della gomma è poi, in un caso su cinque, la responsabile di eventuali incidenti, siano essi progressivi o improvvisi creati da esplosioni. Oggi, delle gomme che creano situazioni di pericolo ce ne sono poche, sono invece oltre 200 milioni gli pneumatici che ogni anno vengono buttati prematuramente per forature o danneggiamenti.

I primi utilizzi di Uptis li vedremo in Europa non prima della seconda metà del prossimo decennio, ma la strada è aperta.