cos'è il 5G e come funziona

Sotto l’acronimo 5G rispondono diverse tecnologie della quinta generazione delle connessioni di telefonia fissa e mobile. Rispetto alle prestazioni del 4G LTE, la nuova rete ha capacità notevolmente superiori e ogni punto antenna sosterrà migliaia di utenti agganciati nello stesso momento garantendo almeno 20 Gbps in downstream e 10 Gbps in upstream. 

Il segnale della nuova rete sfrutterà le onde millimetriche MIMO (multiple-input multiple-output), una tecnologia che ottimizza l’invio e la ricezione simultanea dei pacchetti di dati verso un maggior numero di dispositivi connessi. In questo modo, sarà possibile gestire la connessione fino a un milione di dispositivi per Km quadrato con una latenza non superiore ai 4 ms. L’obiettivo ultimo è sviluppare la diffusione di strumenti innovativi dell’Internet delle Cose (IoT), favorire l’intelligenza artificiale adattiva, e implementare sistemi di guida autonoma.

Anche in campo industriale verranno introdotte novità consistenti nella capacità dell’elaborazione e interpretazione dei dati (che saranno sempre di più), unito a sistemi di progettazione in realtà virtuale e aumentata. 

 

Cos’è il 5G: la situazione italiana e gli smartphone compatibili

In Italia sembra siamo pronti ad accogliere la prima rete 5G accesa da Vodafone, e a seguire dovrebbe accodarsi TIM e Wind Tre. L’operatore rosso ha già diffuso le prime tariffe relative 5G Ready e i competitor possono già misurarsi con un riferimento.

Leggi anche:  Pericolo 5G a causa delle onde millimetriche: gli studi sulle radiazioni

Gli analisti prevedono che entro il 2020 saranno connessi 50 miliardi di oggetti smart alla rete ultra veloce. Intanto, nella telefonia, diversi produttori hanno realizzato dispositivi pienamente compatibili. Il primo fra tutti fu Lenovo-Motorola già ad agosto 2018, con il suo add-on su Moto Z3. Tale “moto mod” accessorio integra il modem Qualcomm Snapdragon X50 che permette di connettersi alle nuove reti (componente però venduto solo negli Stati Uniti).

Oltre a Motorola, le aziende che hanno messo in campo dei device compatibili con la nuova rete sono: Huawei Mate X, Samsung Galaxy S10 e OnePlus. Ma di sicuro ci saranno ancora tantissime novità a venire in questo 2019.