Spotify pensa alla socialità, rendendo l’ascolto della musica non più un’attività solitaria ma un’esperienza sociale, da condividere con gli altri.

Jane Manchun Wong, una sviluppatrice molto nota per aver rivelato in anteprima alcuni leak relativi a funzionalità in fase di test, ha scoperto una nuova funzionalità battezzata Social Listening. Come si può facilmente intuire dal nome conferitole, si tratta di una modalità di fruizione del servizio social che prevede la creazione, da parte di più utenti, di un’unica playlist collaborativa che può essere ascoltata in contemporanea da diversi dispositivi.

Spotify, tra playlist collaborative e Social Listening

Spotify include già da tempo una funzione che permette la condivisione di una Playlist che può essere modificata dagli amici aggiungendo di volta in volta i propri brani preferiti.

Il Social Listening, però, amplifica il concetto di “streaming social” introducendo una novità che non riguarda tanto la modalità di gestione e di creazione delle Playlist collaborative, quanto la modalità di ascolto, che diventa un’esperienza collettiva e che avviene in tempo reale, quasi come se si ricalcasse il modello della radio, permettendo a più persone di ascoltare contemporaneamente le stesse canzoni, anche se distanti.

Stando alle prime informazioni trapelate in rete, per accedere al Social Listening e collaborare alla creazione della Playlist di Spotify, sarà necessario effettuare la scansione di un codice QR o cliccare su un link di riferimento. Una volta effettuato l’accesso alla Playlist collaborativa, gli utenti potranno aggiungere/rimuovere brani musicali e stabilire quale canzone ascoltare in simultanea con gli altri partecipanti.

Social Listening non è stata ancora annunciata ufficialmente, ma il suo debutto potrebbe avvenire entro l’estate.

Intanto, se siete curiosi di conoscere ulteriori novità in arrivo su Spotify, consigliamo la lettura di questo articolo.