Se molti clienti Tim, Vodafone, Wind e Tre pensano che registrare una chiamata telefonica sia un’azione illegale, allora si sbagliano di grosso. Le chiamate registrate al giorno d’oggi è un’azione assolutamente legale, purchè si rispettano determinati canoni.

I consumatori che desiderano registrare le proprie conversazioni telefoniche, devono in primis informare i vari interlocutori che partecipano attivamente alla chiamata. Inoltre, non possono inoltrare le proprie registrazioni a persone terze, salvo eventuale consenso da parte dell’interlocutore.

Quindi, prima di eseguire tale operazione i clienti appartenenti ai vari operatori, Tim, Vodafone, Wind e Tre, devono mettere in atto le condizioni appena citate. In caso contrario, sono previste delle multe salate da un punto di vista economico.

Registrare chiamate con queste due app

Coloro che desiderano registrare una chiamata, ad esempio, per provare un accordo, oppure per aver conferma dell’offerta proposta da qualche compagnia telefonica o come prova contro i molestatori, possono affidarsi a due applicazioni che vengono ritenute le migliori. Stiamo parlando di Cube Call Recorder ACR e Call Recorder.

Leggi anche:  Apex Legends: il gioco sta per raggiungere i dispositivi mobile

Entrambe le applicazioni consentono ai clienti di registrare le conversazioni trascorse tramite il nostro smartphone. Gli utenti che scaricano l’app Cube Call Recorder ACR possono usufruire di un servizio gratuito che permette di registrare esclusivamente le chiamate eseguite con le varie applicazioni di messaggistica istantanea, ad esempio Messenger, Skype, WhatsApp e Telegram.

Invece, coloro che amano utilizzare app più semplici e veloci, possono scaricare Call Recorder. Quest’ultima, permette di scaricare tutte le chiamate sia in entrata che in uscita sul proprio telefono.

Ricordiamo che per svoglere il download, gli utenti devono recarsi sul Google Play Store.