aumenti operatori telefonici 2019

Il mese di aprile è ormai terminato e con l’ultima giornata di questo hanno inizio anche le diverse rimodulazioni che nelle ultime settimane hanno infuocato l’animo di alcuni utenti. Secondo le ultime novità, infatti, con il 28 di aprile hanno avuto luogo degli aumenti per i clienti Tim e ne seguiranno ulteriori anche per i clienti Vodafone e Wind.

Visti ancora i mesi che distanziano le rimodulazioni Vodafone e Wind dall’effettiva entrata in vigore, vi rammentiamo che vi è concesso la recessione anticipata dal contratto senza dover pagare alcuna penale. Dovrete, però, fare attenzione ai tempi prestabiliti dai diversi operatori: solitamente questi sono indicati nei messaggi di avviso.

TIM: un nuovo piano dedicato ai clienti con abbonamento ricaricabile

Il 28 aprile è entrato in vigore il nuovo piano “Sempre connessi” di TIM che prevede l’addebito di 1,80 euro al mese se si effettuano operazioni quando si è privi di credito residuo. Nello specifico, questo nuovo piano dell’operatore viene applicato per le 48 ore successive all’esaurimento del credito residuo, mentre il surplus di costo viene rimandato al rinnovo successivo.

Wind: abbonamenti per la casa in aumento

Le rimodulazioni Wind avranno, invece, inizio a partire dal 5 giugno 2019. A partire da questo giorno, l’abbonamento Noi Unlimited + dedicato alla linea domestica subirà un aumento di 2,00 euro al mese.

Vodafone: luglio di fuoco

Anche per i clienti Vodafone vi sono delle rimodulazioni che entreranno in atto a partire dai mesi dell’estate. In particolare si parla del 14 luglio e gli abbonamenti che subiranno degli aumenti sono Internet Unlimited e Unlimited Plus, Vodafone One, Vodafone One Pro TV, Internet & TV  con aumenti di 2,99 euro.