Facebook

Da quasi un anno il social network Facebook e la privacy non riescono a camminare mano nella mano, tutto è iniziato con lo scandalo Cambridge Analytica e il Russia Gate. Nei mesi successivi la piattaforma non è riuscita a riottenere la fiducia dei propri utenti.

Moltissimi utenti hanno infatti deciso di abbandonare il proprio profilo sul social per dedicarsi ad altre piattaforma con meno problemi di questo tipo, per esempio Instagram. Mark Zuckerberg ha però deciso di introdurre una nuova misura di sicurezza. Ecco i dettagli.

 

Facebook non chiederà più la password dell’e-mail ai nuovi utenti

La piattaforma di Zuckerberg si ritrova ancora una volta in una bufera sulla privacy e per questo motivo smetterà di chiedere la password delle e-mail ai nuovi utenti. La password in questione serviva alla piattaforma per verificare i nuovi account. A riportare la notizia è il Daily Beast, dopo che sulla piattaforma Twitter sono stati segnalati casi di nuovi iscritti che, creando un profilo, si sono ritrovati la richiesta della password delle e-mail.

Leggi anche:  Snapchat vola a Wall Street, si preannuncia un periodo d'oro

Secondo Axios, la piattaforma ha deciso di implementare la funzione solamente per gli utenti che, in fase di registrazione, avevano usato una e-mail che non offre il supporto al protocollo di rete OAuth, per verificare l’identità dell’utente. La piattaforma ha spiegato che non immagazzina nessuna password digitata, ma che comunque avrebbe bloccato questa pratica.

Sicuramente vi ricordate il caso esploso durante gli ultimi giorni del mese di marzo, quando centinaia di milioni di utenti si sono trovati con la propria password non criptata e la piattaforma ha chiesto loro di cambiarla. Il problema è stato successivamente risolto e la piattaforma ha spiegato che le informazioni non erano visibili all’esterno, voi ci credete?