IPTV, multe e blocco definitivo: gli utenti TIM, Vodafone e Wind nei guai

Siamo nel bel mezzo dell’ultima giornata infrasettimanale del campionato italiano. Dopo gli anticipi di ieri, tra oggi e domani Sky e DAZN si divideranno gli otto match in programma. Tutto ciò in attesa delle fasi finali di Champions League ed Europa League. Le due piattaforme in quest’anno hanno dovuto affrontare un problema non da poco: l’exploit dell’IPTV illegale.

 

IPTV, è boom in tutta Italia ma nessuno valuta i potenziali pericoli

Come sottolineato dal Corriere della Sera il sistema dell’IPTV illegale ha avuto un vero e proprio boom negli ultimi mesi in Italia. Da nord a sud, sempre più persone si avvalgono di questa tecnologia che riunisce in unico pacchetto i canali ed i contenuti di Sky e DAZN: il costo mensile di 10 euro al mese fa gola a molti utenti.

Il discorso sull’IPTV non deve essere affrontato solo da un punto di vista economico. La maggior parte dei clienti non fa attenzione alle possibili sanzioni. Le leggi attualmente in vigore prevedono una multa media di 10mila euro per gli utilizzatori  della piattaforma illegale. Va sicuramente peggio per chi si impegna a portare il segnale (il più delle volte dall’estero) nelle case degli italiani: in questo caso si rischia anche la reclusione in galera. 

Leggi anche:  Sky, con la Serie A parte la guerra a DAZN: ecco 3 offerte low cost

Quando si parla di IPTV non si deve sottovalutare nemmeno il capitolo relativo all’affidabilità. Il più delle volte anche la spesa di 10 euro è superflua. Dopo solo pochi giorni di attività, infatti, il segnale tende ad andare in crash tra canali non visibili e poca qualità delle immagini.