Le notizie di TIM in questo inverno appena concluso non sono state del tutto positive per i clienti. Da febbraio, ad esempio, il provider nazionale ha reso noti i nuovi listini per molte offerte ricaricabili del passato. Sul nostro sito a più riprese abbiamo mostrato i costi aggiornati. Per gli utenti sono previsti sino a due euro in più per le stesse tariffe attivate anche solo un anno fa.

 

TIM, i costi in primavera sono in aumento anche per i possessori di Partita IVA

Sulle pagine social di TIM si sono moltiplicati i commenti negativi. Le ire degli utenti sono proprio per queste rimodulazioni di prezzo improvvise quanto sgradite. Purtroppo, le pessime novità non sono concluse. La primavera, infatti, si apre con l’ennesima (ed anche più rilevante) stangata sui prezzi. In quest’occasione ad essere colpito sono i clienti con partita IVA che si avvalgono di un piano Business.

Leggi anche:  Pericolo 5G: radiazioni e consumi energetici raddoppiati entro pochi anni

I professionisti che hanno scelto TIM come provider di riferimento per la lori impresa dovranno spendere qualcosa in più ogni mese. Ecco alcuni casi rilevanti. Gli utenti che hanno come offerta attiva TIM Tutto e TuttoFibra dovranno pagare 10 euro in più ogni trenta giorni. Lo stesso destino è capitato ai possessori di un piano LineaValore+. La rimodulazione dei costi sarà invece del 10% per chi ha attivo sulla propria rete Internet Professionale. I costi nuovi per le Partite IVA sono attivi dallo scorso 15 Marzo.