Facebook

Facebook, il social network di Mark Zuckerberg, ha preso una decisione molto importante: da oggi in poi verranno banditi tutti i post con contenuti e riferimenti al no-vax, campagna mal sana contro i vaccini. Ad annunciare questa scelta decisiva è Monika Bickret, vice presidente delle politiche globali, attraverso un particolare post di news sul social stesso, chiamato Newsroom. Scopriamo di seguito i dettagli. 

Facebook decide di combattere i post no-vax e la disinformazione che si cela dietro la campagna contro i vaccini

Nel post pubblicato sul social da Monika Bickret, si può leggere: “Ridurremo il ranking dei gruppi e delle pagine che diffondono informazioni errate sulle vaccinazioni in News Feed e Search. Questi gruppi e pagine non saranno più inclusi nelle raccomandazioni o nelle previsioni quando digiti  qualcosa nella barra di ricerca”.

Segue poi una nota in cui si esprime la volontà di Mark Zuckerberg di non indirizzare ed eliminare ogni singolo post facente riferimento alla campagna no-vax: “Abbiamo anche rimosso le relative opzioni di targeting, come “controversie sui vaccini”. Per gli account pubblicitari che continuano a violare le nostre norme, potremmo adottare ulteriori provvedimenti, come la disattivazione dell’account pubblicitario.”

Leggi anche:  Facebook ha ammesso di aver memorizzato centinaia di milioni di password di account

Attraverso questa newsroom, quindi, si può notare la volontà del colosso dei social network a rivedere i propri termini e condizioni in modo tale da combattere quella che, secondo Zuckerberg, è una campagna di sensibilizzazione malata. 

Ogni post che violerà queste condizioni, e che quindi conterrà esplicitamente ed implicitamente riferimento al no-vax, verra eliminato grazie ad un sofisticato algoritmo in fase di progettazione. Inoltre a ogni post del genere, seguirà un post ufficiale pronto a fare chiarezza sulla vicenda.