sms

Nati circa 30 anni fa, gli SMS hanno segnato diversi decenni grazie alla loro comodità e al loro diffuso utilizzo. Precursori dell’attuale messaggistica istantanea, questi sembrano essere spariti dalla telefonia italiana, ma in realtà, l’Europa ci mostra l’esatto contrario. In un mondo sempre più online e fatto di applicazioni come WhatsApp e Telegram, gli SMS riescono ad accaparrarsi una fetta notevole nella torta delle forme di comunicazione. Il perchè? Risiede nella loro semplicità.

Gli SMS riescono ad ottenere la fiducia degli utenti, più di WhatsApp e Telegram

WhatsApp e Telegram sono solo due delle applicazioni di messaggistica istantanea in circolo oggi, citiamo queste due per comodità e perchè sono al primo posto in tutte le classifiche e per utilizzo. Lasciando stare questa premessa e focalizzandoci sugli SMS, affermare che siano uno dei mezzi più utilizzati può sembrare assurdo: ma così è. Secondo diverse analisi eseguite da istituti di statistica come Commify, è stato rivelato che gli short message service sono adoperati da circa ⅔ degli utenti in tutta Europa. Questo dato, ovviamente, viene fatto in relazione all’uso di WhatsApp e Telegram e dello stesso campione di popolazione. In ogni caso, questo fenomeno è reso possibile da un’unica caratteristica: la necessità di comunicare con tutti. Senza ombra di dubbio le applicazioni di messaggistica istantanea sono ottime e utili per diversi scopi, ma se un utente è privo di connessione o non le utilizza, comunicare con lui risulterà impossibile. Differentemente da ciò, gli SMS raggiungono tutta la popolazione dotata anche dello smartphone o il telefono più obsoleto. Ricordiamo, infine, che questo mezzo di comunicazione è utilizzato in quantità elevate anche dal Marketing e dal Business.