apple-bug-facetime

Nuovi problemi sembrano star colpendo gli utenti Apple e soprattutto quelli che possiedono un iPhone. Secondo le ultime indiscrezioni circolate online, gli utenti che utilizzano FaceTime per effettuare videochiamate con altri utenti che possiedono lo stesso sistema operativo, incorrono in un problema molto serio: quello di essere ascoltati anche se non si accetta l’invito alla chiamata.

Gli analisti hanno scoperto un bug che  sfrutta FaceTime per creare un microfono ambientale

Attraverso le ultime analisi svolte, si è scoperto che  il bug trasforma letteralmente il telefono di un utente in un microfono ambientale; ciò consente  ai malintenzionati di ascoltarne l’audio. Inoltre, è stato rilevato che non ha importanza se si rifiuta la chiamata: l’errore interferisce allo stesso modo.  Svolgendo delle indagini più accurate è stato scoperto che attraverso questo trucco, lo “spionaggio” viene avviato proprio dall’utente vittima poiché, quest’ultimo, premendo il tasto di accensione che si trova sul lato di ogni iPhone,  aziona il bug consentendo a chi effettua la chiamata di spiare le conversazioni.

Se in un primo momento la notizia sembrava essere solo una indiscrezione pubblicata da 9to5mac.com, ad oggi è risultata vera grazie alla conferma della stessa azienda di Cupertino. Per risolvere tale problema, Apple ed  il suo Team hanno subito rilasciato un upgrade a prova di privacy.

Possiamo comunicarvi che se la vostra applicazione di FaceTime è stata aggiornata correttamente, non incorrete più in questo pericolo. In caso contrario, vi consigliamo di aggiornarla al più presto, così da salvaguardare la vostra persona. 

FaceTime è un applicazione disponibile per il solo sistema iOS, se siete in cerca di un analoga app per Android vi consigliamo Google Duo.