waze beacon bluetooth

Ormai è assodato, Waze è senza nessun dubbio uno dei navigatori più scaricato e apprezzato da tutta la comunità. Nonostante il grande successo con i propri utenti, quindi, Waze sta pensando in grande. Molto spesso infatti, gli utenti dell’app si trovano in difficoltà durante l’attraversamento dei vari tunnel poiché, data la schermatura di questi ultimi, il segnale GPS tende a perdersi e il navigatore smette di funzionare. Per questo la start-up israeliana, acquistata da Google nel 2013, ha deciso di proporre una soluzione alle città interessate in cui il fenomeno è più frequente per cercare di arginare i problemi. Scopriamo di seguito i dettagli.

Waze Beacon Bluetooth: la soluzione ai problemi di viabilità

Come soluzione alla perdita di segnale GPS nelle gallerie, quindi, Waze sta proponendo a chi gestisce le città, l’installazione nei tunnel dei propri dispositivi Bluetooth Waze Beacon. Questi piccoli dispositivi, a quanto pare, sono capaci di fornire agli utenti dell’app, informazioni riguardanti il traffico intorno a loro, in modo tale da ovviare alla perdita del GPS. 

Questi dispositivi, prodotti da Eddystone, sotto gruppo fondato da Google, pare consumino veramente poco e, allo stesso tempo, potrebbero diminuire il traffico in quanto gli utenti non avrebbero il timore di perdere l’uscita corretta e quindi quella conseguente sensazione di sentirsi persi. 

Waze, purtroppo, da sola non riesce a coprire le spese in quanto i Beacon hanno un costo di circa 30 dollari e ne servirebbero almeno 42 per ogni miglio. La stessa Waze però rassicura la concorrenza confermando che i dati provenienti dai Beacon non verrebbero usati solo dal loro navigatore ma bensì sarebbero utilizzabili anche da tutte le altre app analoghe.