Batteria Apple

Avrete sicuramente sentito parlare negli ultimi giorni di Apple e del clamoroso calo nelle vendite dei suoi ultimi iPhone presentati a settembre. Uno dei motivi potrebbe essere stata la sostituzione delle batterie a soli 29 euro.

Qualche settimana fa è stato proprio Tim Cook ad annunciare che i ricavi del primo trimestre del 2019 sono stati molto più bassi di quelli attesi, solo 84 miliardi invece dei 93 previsti.

 

Apple: la sostituzione delle batterie a 29 euro potrebbe aver causato il calo delle vendite

Moltissimi analisti, negli ultimi giorni stanno attribuendo questa bruttissima frenata nelle vendite, al cambio di batterie a soli 29 euro per tutto il 2018. Per chi non si ricordasse, l’azienda di Cupertino ha offerto per tutto il 2018 il cambio della batteria a soli 29 euro, a tutti gli utenti colpiti da quella famosa “falla” delle batterie usurate a causa di un aggiornamento da parte dell’azienda.

Leggi anche:  Meizu Zero, lo smartphone senza pulsanti fisici, speaker e porte di ricarica

In seguito a questa scoperta, Apple avviò un programma di sostituzione agevolato. Il prezzo del cambio batteria è stato abbassato quindi da 89 a 29 euro. Moltissimi utenti hanno approfittato dell’occasione per cambiare la batteria del proprio iPhone e di conseguenza, non avevano motivo per acquistare uno dei nuovi modelli presentati quest’anno.

John Gruber di Daring Fireball ha dato un’idea di quanto possa aver rallentato le vendite questo cambio di batteria agevolato. Ebbene sì, nelle ultime ore ha svelato che nel 2018 Apple ha sostituito 11 milioni di batterie, cifra 10 volte più alta rispetto agli altri anni. Tutti gli utenti che quindi hanno cambiato la batteria nel 2018, hanno preferito tenere il proprio smartphone, “che andava ancora benone” e di conseguenza non hanno acquistato i nuovi dispositivi.