Novità 2019 5G DVB-T2 smartphone

Siamo ormai nel 2019 e non vediamo l’ora che il nuovo anno si schiuda alle tante novità che occorreranno nel mondo della tecnologia. Siamo pronti forse già al debutto ufficiale delle reti 5G. Un tipo di connessione che dalle premesse potrebbe davvero rivoluzionare la vita quotidiana degli individui, evolvendola e semplificandola.

Oltre al 5G, a cascata verranno rinnovati o sviluppati al meglio le telecomunicazioni tra aziende, il settore della domotica smart, quello automobilistico, la realtà virtuale e aumentata e, infine, gli smartphone.

Cosa ci riserva il 2019: i primi smartphone 5G e il DVB-T2

Il 2019 corre verso il 5G (speriamo con criterio) e i mercati di tutto il mondo si stanno già preparando all’arrivo dei primi smartphone che potranno sfruttare la potenza della nuova connessione di rete. Per chi non lo sapesse, infatti, per godere delle potenzialità del 5G sarà necessario acquistare un nuovo dispositivo compatibile, con chip e modem ad hoc, il cui prezzo di vendita potrebbe essere più alto rispetto agli stessi modelli in 4G.

Leggi anche:  Samsung Galaxy S10 è il primo smartphone per il 5G di TIM, Wind Tre, Vodafone e iliad

Tra le case produttrici più all’avanguardia nel lancio del telefono 5G sembra ci sia Samsung con il suo nuovo Galaxy S10+, mentre seguono subito a ruota le varie Huawei, LG e OnePlus. Gli smartphone 5G targati Apple, come di consueto, non verranno presentati prima del 2020. Tra le tecnologie di quinta generazione potremmo addirittura assistere all’introduzione dei primi smartphone pieghevoli come libri, grazie all’implementazione dei display flessibili.

Anche il mondo della televisione si prepara al futuro con il passaggio al DVB-T2, ovvero alla seconda generazione della TV digitale terrestre. Nei prossimi mesi i nuovi contenuti televisivi passeranno per forza dall’acquisto di una nuova TV o decoder in grado di ricevere lo standard DVB-T2 e HEVC sulle nuove frequenze. Nel caso invece siate in possesso di una TV acquistata dopo luglio 2016, allora per poter vedere i canali televisivi sarà necessario solo un tuner specifico a supporto delle trasmissioni nel nuovo standard.