hackers

I consumatori non stanno attraversando le feste natalizie come vorrebbero; purtroppo, alcuni ricercatori hanno segnalato e avvertito tutti, del pericolo che colpisce chi utilizza una rete 4G. Sembrerebbe che la rete di quarta generazione sia danneggiata, problemi che risalgono all’origine della rete. A causa di queste vulnerabilità, un probabile hacker avrebbe accesso facilitato a qualsiasi smartphone che sia collegato ad una rete 4G.

I problemi riscontranti non sono affatto indifferenti perché potrebbero mettere in guai seri i consumatori; una volta che l’hacker ha accesso allo smartphone di un qualsiasi consumatore, può leggere e inviare messaggi, ascoltare le telefonate, insomma ha il pieno possesso del dispositivo.

Falla 4G: consumatori preoccupati

Le vulnerabilità riscontrate sulla sicurezza della rete, sono descritti in tre protocolli: un protocollo per accedere allo smartphone tramite la rete; un secondo protocollo per il controllo che l’hacker ha sullo smartphone e infine, un terzo per disconnettere lo smartphone. L’attacco hacker più pericoloso è denominato aLTEr Attack che permette:

  • Individuare la posizione geografica del consumatore;
  • Avere il controllo totale dello smartphone;
  • Rubare i dati sensibili del dispositivo mobile;
  • Ascoltare le chiamate.
Leggi anche:  TIM affonda l'armata Iliad: nasce la nuova offerta da 50GB a 6 euro al mese

I ricercatori, hanno spiegato che le vulnerabilità riscontrate sono causate da un difetto di specifica all’interno del 4G di Tim, Vodafone, 3 Italia e Wind; un unico punto a favore per tutti noi, sono le attrezzature che servono per l’attacco perché hanno un prezzo piuttosto alto che, non tutti possono permettersi. Inoltre, l’hacker per far sì che l’attacco vada a buon fine, deve trovarsi vicino al consumatore per prendere il controllo dello smartphone; solo così, riesce a collegare lo smartphone della vittima alla sua falsa cella creata precedentemente.