Un gruppo di ricercatori americani ha di recente rilevato falle nei protocolli di sicurezza del 4G, il che avrebbe causato la fuga di informazioni personali e riservate di numerosi clienti Vodafone, Tim, Wind, 3 Italia e Iliad che hanno fatto ricordo alla linea Internet fornita da questi operatori per poter navigare in rete e chattare online.

4G di Vodafone, Tim, Wind 3 e Iliad: clienti spiati e dati rubati

E’ proprio attraverso la falla presente nei protocolli di trasmissione e sicurezza delle reti 4G che gli hacker avrebbero spiato le attività dei clienti dei principali operatori telefonici. Queste crepature avrebbero infatti consentito ai malintenzionati di spiare ad insaputa del malcapitato le sue chat di Facebook e di WhatsApp (giusto per citare alcuni nomi delle app più utilizzate), le telefonate effettuate, gli sms inviati, nonché attività di altro tipo, come operazioni bancarie, acquisti online e compilazione di format tramite siti web. E non è tutto. La privacy e la sicurezza dei clienti Vodafone, Tim, Wind 3 e Iliad sarebbe ulteriormente messa in pericolo perché con molta probabilità i dati di queste persone sono state rubati e copiati, e potrebbero anche essere utilizzati per commettere crimini online. Siamo di fronte un vero e proprio caso di cybercrime.

Leggi anche:  Iliad lancia il servizio che mette fine ai problemi di rete, utenti felicissimi

4G di Vodafone, Tim, Wind 3 e Iliad: i clienti sono in pericolo, ecco come proteggersi

In effetti è impossibile scoprire se i propri dati sono stati rubati o se si è stati spiati, ma esiste comunque un modo per cercare di proteggersi dal rischio. Dal momento in cui la falla ha colpito la rete 4G, si consiglia, infatti, di passare alla rete 3G, sacrificando un po’ di velocità Internet in nome della sicurezza e della privacy personale. Passare al 3G è molto semplice: basta dirigersi nelle impostazioni del proprio smartphone e andare nell’area delle rete mobili. Il 3G verrà attivato cliccando sulla voce WCDMA/GSM della modalità di rete.