IPTV: quanto si risparmia con i nuovi prezzi e quali sono i rischi reali secondo Le Iene

Non c’è dubbio: l’IPTV conviene eccome per vari tipi di esigenze da parte degli utenti. Ciò però non giustifica il fatto che l’abbonamento venga sottoscritto, dato che, come in tanti ormai da tempo sanno, è illegale al 100%.

Tutto ciò infatti va pesantemente a ripercuotersi sulle grandi aziende come Sky, Premium o magari DAZN e Netflix, le quali lavorano sodo per garantire qualità e quantità. I flussi video che loro trasmettono vengono rubati e ricodificati per essere ritrasmessi via internet. Proprio questa è la funzione dell’IPTV, ovvero rubare per ritrasmettere e guadagnare indebitamente. Gli utenti risparmiano molto ogni mese e sono contenti, anche se viste le sanzioni in arrivo, dovrebbero essere tutt’altro che sereni.

 

IPTV: tanti benefici in termini di prezzi e canali disponibili ma tantissime problematiche con la legge, Le Iene hanno avvisato tutti

E’ chiaro ormai che l’IPTV porta un gran risparmio agli utenti, i quali invece di pagare ogni abbonamento singolarmente ne pagano solo uno. Il prezzo tra l’altro non equivale manco minimamente ad uno di quelli proposti dalle aziende regolari.

Leggi anche:  IPTV: come dissero Le Iene arrivano le multe per gli utenti, ecco cosa si rischia

Basti pensare infatti che con soli 10 euro al mese si può avere in casa tutta la programmazione Premium, Sky, DAZN e Netflix con anche i canali a pagamento extra. Questo è un punto a favore del servizio che però per via della sua illegalità mette in serio pericolo la fedina penale degli utenti. Questi potrebbero infatti incappare in multe dal valore molto elevato: addirittura 25.000 euro in alcuni casi. Le Iene inoltre hanno fatto capire che non solo coloro che vendono il servizio rischiano, ma anche chi guarda regolarmente la TV in casa.