Lo smartphone si è talmente integrato nella vita quotidiana degli individui che spesso le sue conseguenze tendono a passare inosservate, e ci si ritrova a non rendersi più conto del tempo che ogni giorno viene speso nel suo utilizzo. Bambini, adolescenti, adulti, anziani. Ormai questi dispositivi sono nelle mani di chiunque, e sempre più persone espletano tutta una serie di attività (sociali, relazionali, lavorative, ecc) attraverso di esso, in modo semplice e veloce, al punto tale che vivere senza lo smartphone risulta essere piuttosto difficile se non addirittura impossibile.

A prescindere dall’utilizzo che se ne fa, è ormai risaputo che lo smartphone nuoci alla salute degli individui, emettendo pericolose radiazioni. Scopo di questo articolo, pertanto, è elencare una serie di piccoli consigli che, se eseguiti, potranno aiutare le persone a proteggersi da ogni eventuale rischio.

Come proteggersi dalle radiazioni dello smartphone: i consigli

E’ stato il California Department of Public Healt – in italiano Dipartimento per la salute pubblica della California – ad aver di recente redatto una sorta di regolamento grazie al quale indirizzare gli individui verso un uso corretto e consapevole degli smartphone e della tecnologia in generale, suggerendo anche provvedimenti e disposizioni molto utili nel ridurre l’esposizione delle persone alle radiazioni prodotte dai device personali.

Leggi anche:  Rete 4G: fra radiazioni nocive per il corpo e conversazioni spiate

Tra queste, si ricorda anzitutto di tenere lo smartphone quanto più lontano possibile dal proprio corpo, specie quando si dorme, avendo in molti la cattiva abitudine di dormire con il cellulare sul comodino di fianco al proprio letto o addirittura sotto al cuscino.

Pertanto è sconsigliato tenere il dispositivo nelle tasche dei pantaloni o delle giacche, essendo comunque molto vicino al corpo. Quando si deve effettuare una telefonata, inoltre, è consigliato l’utilizzo degli auricolari o del vivavoce, purché non si tenga lo smartphone così vicino all’orecchio e alla testa. Se si è in viaggio o in qualsiasi altro luogo in cui il segnale telefonico è debole, è addirittura sconsigliatissimo effettuare chiamate, poiché l’emissione delle radiazioni aumenta quando la copertura scarseggia.

Dunque evitare di telefonare quando si è soprattutto in treno o in metropolitana, dove il segnale telefonico tende a variare continuamente o è addirittura assente. Infine, è consigliato rimuovere gli auricolari quando non si è in chiamata, e dunque ascoltare la musica o produrre l’audio dei video direttamente dalle casse del proprio dispositivo.