Tariffe 5G

Arrivati alla fine del 2018, la connessione 5G non ci sembra più un miraggio dopo tanto parlare senza averne la percezione. Nel 2019, infatti, potremo forse assistere al primo lancio di tariffe 5G implementate in bundle.

Se ciò avvenisse, il mondo tecnologico e la vita degli utenti cambieranno radicalmente. La transizione verso la connessione iper veloce sarà graduale, ma aprirà un ventaglio così vasto di nuove possibilità che a pensarci verrebbe un capogiro.

Però, nessuno degli operatori di telefonia mobile o fissa parla di possibili previsioni tariffarie. Nessuno tra Tim, Vodafone, Wind 3 e Iliad sta pensando minimamente i propri clienti sul prossimo futuro delle tariffe.

In Italia quanto costeranno le nuove tariffe 5G?

Ce lo chiediamo perché gli attuali paesi che hanno pacchetti consumer con il 5G non stanno applicando tariffe molto economiche. Infatti Finlandia, Estonia e Stati Uniti, nonostante si differenzino per qualche aspetto, offrono tutti l’internet illimitato ad un prezzo che varia dai 45 ai 65 euro mensili. 

Leggi anche:  Sky entra nel mondo della telefonia: Tim, Wind 3, Vodafone e Iliad in ansia

Sebbene dell’Italia non si sa nulla, secondo le stime di Bloomberg i costi nel bel paese potrebbero essere minori, tanto da che il colosso dell’informazione finanziaria ha ventilato l’ipotesi di un accordo tra TIM e Vodafone per ridurre i costi e offrire una migliore copertura.

Già in collaborazione nel 4G, Iliad e Wind Tre potrebbero fare altrettanto. Ovviamente siamo nel campo delle pure speculazioni ma, se ciò dovesse davvero accadere, i benefici per noi utenti finali saranno importanti. I costi per le infrastrutture diminuirebbero drasticamente e di conseguenza gli operatori potranno spuntare tariffe 5G più basse. Intanto noi dobbiamo mettere in conto di dover comprare un nuovo smartphone che sia compatibile con la nuova connessione.