INg

ING Direct finisce nel mirino dei cybercriminali, in particolare la clientela di questa banca che fino a qualche giorno fa poteva fare sonni tranquilli, da oggi no!

Da quanto pervenuto da diverse segnalazioni, nuovi SMS starebbero traendo in inganno i correntisti della banca, fino a fargli ritrovare il conto vuoto.

Un’ondata di SMS truffa i clienti

Come si può vedere dai due screen che seguono, gli SMS arrivano da un mittente ben preciso: ING. In un modo o nell’altro i criminali del web sono riusciti ad appropriarsi di un altro nome conosciuto pur di truffare le loro vittime.

I messaggi sono del tutto simili, presentano alcune differenze, ma lo scopo lo hanno in comune. Nel primo screenshot vediamo due censure: la prima nasconde il nome della vittima, mentre la seconda il suo codice fiscale. Se vi state chiedendo come sia possibile che degli sconosciuti abbiamo il vostro codice fiscale, beh, oramai attraverso i social si può sapere tutto… basta sapere la data e la città che con i tools in rete ci si impiega due secondi per ricrearlo.

Tralasciando questo dettaglio, il testo riportato dall’sms ha la finalità di avvisare il cliente di una raccomandata elettronica in giacenza.  Non manca, ovviamente, il link truffaldino che rimanda ad una finta pagina di log in. Quello che possiamo suggerirvi è di bloccare questo numero, al fine di non ricevere più segnalazioni e confondersi. Ulteriormente a questo, contattate il servizio clienti di ING per risolvere il problema insieme e soprattutto: non aprite quel link!