apple

Sul palco dell’evento di oggi, Apple ha annunciato con orgoglio che i modelli 2018 dei suoi MacBook Air e Mac Mini sarebbero entrambi realizzati con il 100% di alluminio riciclato. Inoltre, ha dichiarato che il suo Mac mini sarebbe stato costruito con il 60 percento di plastica riciclata.

Nello specifico, la plastica riciclata è “post-consumo“, il che significa che si tratta di materiale precedentemente utilizzato in altri prodotti e riciclato. Nel frattempo, l’alluminio viene riciclato dagli avanzi della produzione di altri prodotti in alluminio di Apple. In altre parole, non stai prendendo un portatile fatto con vecchie lattine di bevande.

Questa non è la prima pietra miliare ambientale che Apple abbia raggiunto in quest’anno. Nel mese di aprile, la società ha annunciato di essere interamente alimentata da energia rinnovabile. E all’evento di oggi, ha aggiunto che lo stesso vale per tutti i suoi punti vendita al dettaglio. Per un’azienda grande come Apple, questo è un risultato significativo.

Leggi anche:  Apple: diversi ID di possessori di iPhone stanno venendo bloccati

 

La visione green della società


Ma l‘impatto ambientale di un prodotto non si riduce solo ai materiali che lo compongono. Avere qualcosa che è facile da riparare e da usare per anni significa che non è necessario acquistare un nuovo prodotto, ed è qui che Apple deve guardare.

Che si tratti della difficoltà nel riparare i suoi laptop o del suo atteggiamento restrittivo nei confronti dei servizi di riparazione di terze parti, Apple fa capire che i suoi prodotti non sono poi così longevi. Se la società non trova il modo di consentire all’utente di riparare lo smartphone senza passare dallo store ufficiale, molte persone sceglieranno semplicemente di acquistare un nuovo prodotto, con tutto l’impatto ambientale negativo che ne consegue.

Gli annunci di Apple oggi rappresentano un passo significativo nella giusta direzione, ma c’è ancora molto che l’azienda può fare.