Le Progressive Web Apps ( in breve PWA) sono le applicazioni basate sul web, come deducibile dal nome, che possono imitare alcune delle funzionalità delle app native. Nonostante ciò, occupano solo lo spazio di archiviazione minimo sul dispositivo. Questo è senza dubbi il vantaggio principale. Più difficile a dirsi che a farsi. Sono ottime alternative all’installazione di app che raramente useresti. Ed è qui che entra in gioco Appscope.

Appscope è, come viene descritto dai suoi stessi sviluppatori, uno store per app di tipo PWA. Non è davvero un vero e proprio store. O per lo meno, non nella concezione usuale cui siamo tutti abituati quando parliamo di cosiddetti Store virtuali. Infatti, non lo usi tecnicamente per poter comprare cose il servizio offerto da AppScope.

AppScope è un servizio utile per sfruttare le PWA che riproducono le app senza occupare troppa memoria

Tra l’altro, la rispettiva interfaccia di questo servizio dovrebbe essere familiare a chiunque abbia navigato in altre piattaforme di app per dispositivi mobile. Esistono categorie, app in primo piano e una funzione di ricerca, proprio come faresti con il Play Store di Google, oppure con l’App Store dell’Apple.

Leggi anche:  Facebook Messenger: arriva la versione 4 con un'interfaccia semplificata

Molti servizi di grandi nomi hanno PWA. Ad esempio tra esse rientrano: Twitter, Facebook e Google Foto, solo per citarne alcuni. Appscope stesso è persino PWA: puoi aggiungerlo alla tua schermata iniziale e accedervi come con una qualsiasi altra app. Ci sono altri siti che svolgono una funzione simile a Appscope, ma nessuno lo fa abbastanza bene (o in maniera sofisticata in un certo senso). Se sei incuriosito/a, digita appsco.pe nella barra dedicata e potrai dare un’occhiata.