jiophoneI “feature phone” sono telefoni cellulari di base con accesso Internet limitato e nessun App Store. Sono modelli molto più economici rispetto agli smartphone Android e agli iPhone che dominano il mercato attuale, ma sono ancora reperibili in molti paesi in via di sviluppo, come l’India.

È stato lì che una società locale chiamata Jio ha lanciato questa settimana il primo telefono con questa funzionalità e già fornito con WhatsApp preinstallato. Questo è il JioPhone 2, il telefono cellulare a basso costo di seconda generazione molto popolare in India.

 

Specifiche di JioPhone 2

JioPhone 2 utilizza il sistema operativo KaiOS, un software basato sul codice del browser Firefox di Mozilla. Google ha recentemente annunciato un investimento di 22 milioni di dollari nello sviluppo del sistema, che viene utilizzato anche nei telefoni Nokia di base.

WhatsApp sarà incluso come aggiornamento del JioPhone di prima generazione e dovrebbe supportare altri telefoni KaiOS nel prossimo futuro. Inoltre, il nuovo dispositivo scambia il tastierino numerico originale con una tastiera QWERTY fisica, appena sotto uno schermo da 2,4 pollici.

Completano le specifiche tecniche del JioPhone 2 una batteria da 2.000 mAh, 512 MB di RAM, 4 GB di spazio interno, fotocamera posteriore da 2 MP, fotocamera frontale con risoluzione VGA, supporto NFC e due chip SIM operatore. Viene anche installato Facebook e YouTube.

Il telefono arriverà nei negozi in India solo il 15 agosto, quando finalmente sapremo come funziona WhatsApp su un feature phone. JioPhone 2 costerà circa 170 dollari.

Articolo precedenteSamsung inaugura la più grande fabbrica di smartphone al mondo in India
Articolo successivoFacebook: Stories Highlights arriverà presto per valorizzare i ricordi degli utenti
Federica Vitale
Federica Vitale nasce come web writer convinta e le sue passioni, sin da bambina, si sono rivelate la carta e la penna. Laureata in Relazioni Internazionali presso l’Università degli Studi di Perugia, ha conseguito la laurea in Lingue e Letterature Straniere nel 2003 e ha proseguito gli studi laureandosi nuovamente nel 2007 in Scienze e Tecniche della Comunicazione, presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Viterbo, dove ha collaborato come cultore della materia per la cattedra di Linguaggi Audiovisivi. Il suo percorso formativo e la sua passione per il cinema e la letteratura l’hanno portata a specializzarsi nell’analisi della produzione letteraria e delle sue trasposizioni cinematografiche. Ha pubblicato il libro 'L’universo africano di Karen Blixen'. Ama scrivere ed esprimersi anche attraverso la fotografia poiché le piace vivere il mondo a 360°. La passione per l’immagine e per le parole si riassumono nella creazione dell’articolo.