Huawei, come promesso nelle scorse settimane, ha ufficialmente presentato all’IFA 2018 di Berlino il nuovo processore mobile HiSilicon Kirin 980, definendolo come il più potente ed intelligente di sempre. Il componente verrà implementato nei prossimi dispositivi, in uscita nei mesi seguenti o nel 2019.

Come molti di voi sapranno, Huawei è solita inserire nei propri terminali un processore prodotto dall’azienda stessa. Dopo aver ampiamente soddisfatto l’utenza con la scorsa versione del Kirin, nella giornata odierna ha presentato il nuovissimo HiSilicon Kirin 980.

Il processore andrà ad integrarsi nei terminali di fascia alta, data la sua grandissima velocità e capacità. Huawei lo dipinge come il più potente, data l’accoppiata con Mali G76 (GPU), modem da 1.4Gbps (cat.21), core Cortex A76 e tecnologia a 7nm. Il componente, ovviamente, sarà octa-core; in particolare sarà composto da due grandi unità Cortex-A76 2.6GHz per le prestazioni di alto livello, due core di medie dimensioni (sempre cortex-A76 a 1.92GHz) per le performance a lungo termine e 4 unità di piccole dimensioni (Cortex A5S da 1.8GHz) per l’efficienza energetica.

 

Huawei presenta il nuovo HiSilicon Kirin 980

Grazie all’integrazione della Mali G76, secondo i dati espressi in conferenza le prestazioni aumenteranno del 46%e l’efficienza energetica sarà pari al 178% di quanto visto nel precedente Kirin 970.

Leggi anche:  Un dispositivo Huawei dotato di uno schermo gigante certificato dal TENAA

Nel mondo del gaming, inoltre, i vantaggi dell’utilizzo del nuovo HiSilicon Kirin 980 saranno a dir poco incomparabili. Grazie all’opzione GPU Turbo, sul mobile sarà possibile raggiungere i 58.8 fps con un consumo di carica ridotto di 6 punti rispetto alle scorse versioni del processore per dispositivi portatili.

Le buone notizie non finiscono qui. Il componente sarà in grado di garantire una grandissima velocità di connessione tramite WiFi (grazie allo Huawei Hi1103), pari a circa 1732mbps. Ultimo, ma non per importanza, il comparto fotografico. La presenza di un buon processore garantisce un rapido riconoscimento dell’ambiente in cui ci troviamo (circa il 46% più veloce), con un miglioramento anche della velocità di scatto pari al 23%.

Lo Huawei HiSilicon Kirin 980 verrà presto implementato nei terminali di fascia alta con una predisposizione al 5G, non resta che attendere i prossimi mesi per vederlo effettivamente all’opera.