IPTVI pensieri si accumulano nelle menti delle milioni di clienti che, periodicamente, decidono di accedere gratuitamente ai canali di Sky Mediaset Premium per mezzo dei siti IPTV. La pratica viene indubbiamente considerata illegale dalla legge italiana e, come tale, viene duramente condannata con pene detentive o sanzioni amministrative.

Il mondo della televisione è ampiamente tutelato dai governi dei vari paesi mondiali, troppo è il denaro che vi ruota periodicamente attorno per non destare scalpore o attirare l’attenzione di chi, ogni giorno, vorrebbe accedere a determinati contenuti a titolo gratuito. Per evitare il pagamento di abbonamenti di ogni tipo, infatti, in tanti provano a collegarsi ai siti IPTV (disponibili gratuitamente sul web anche da mobile), tramite i quali ottenere la visione di milioni di canali televisivi, senza il versamento di un singolo centesimo.

 

IPTV: milioni di canali sono gratis, ma attenzione a chi accede a Sky e Mediaset Premium

La pratica, almeno in Italia, è davvero molto comune, ma è necessario prestare la massima attenzione. La legge nostrana è chiara e precisa in merito, tutti gli utenti scoperti nel collegamento gratuito Sky Mediaset Premium rischiano una pena detentiva della durata massima di 6 mesi o una sanzione amministrativa da 2000 euro.

Leggi anche:  Sky spaventa Mediaset Premium con nuovi regali per tutti i clienti

A differenza del pensiero comune, è importante ricordare che il reato viene commesso sia da chi rende disponibile il segnale che dall’utilizzatore finale (ovvero chi fisicamente vi si connette). Il rischio è reale, per questo motivo, oltre a deprecare la pratica, consigliamo di prestare la massima attenzione ai canali a cui vi collegherete tramite l’IPTV.