Huawei Mate 20

Il lettore d’impronte digitali incorporato nel display che ci aspettavamo di vedere sulle ammiraglie di Samsung, potrebbe finalmente arrivare, ma non su un dispositivo della compagnia. A quanto pare, tale sensore, che a questo punto ci si aspettava di vederlo sui Galaxy S10, lo vedremo prima su uno smartphone Huawei. Avete capito bene, quello che doveva essere una delle innovazioni della società sudcoreana finirà prima sui Mate 20.

Questa informazione arriva da un organo d’informazione cinese, CNMO, che cita fonti esperte del settore e che conoscono la situazione. La società è riuscita ad accordarsi con Qualcomm per avere l’esclusiva di tale tecnologia fino a febbraio, ovvero prima del lancio degli S10.

 

Un’altra opportunità mancata

Rispetto alla prima generazione della tecnologia della società statunitense, i nuovi lettori ad ultrasuoni avranno la capacità di funzionare sotto a lastre di vetro più spesse di prima; da 500 micron si è passato ad 800. I sensori dovrebbero funzionare anche con le dita bagnate e, inoltre, saranno ben più reattivi della media.

Leggi anche:  Smartphone Huawei con quattro telecamere nel TENAA: forse Mate 20 Lite?

Per Huawei non saranno i primi smartphone con un sensore del genere. I primi sono stati i Mate RS Porsche Design i quali però, presentavano una tecnologia non troppo performante che rendeva il funzionamento più lento rispetto agli scanner normali; la compagnia lo sapeva tanto che ha anche aggiunto uno scanner nella parte posteriore dello smartphone.

Si tratta di un tecnologia delicata e lo sappiamo anche visto i ritardi a cui Samsung è andata incontro. Il continuare a posticipare era per aspettare un implementazione perfetta così da regalare un esperienza nuova e veramente innovativa.