Telegram down
Telegram down in tutto il mondo da circa mezz’ora

Come la maggior parte di voi saprà, Telegram è l’applicativo di messaggistica istantanea che più di tutti fa concorrenza spietata a WhatsApp. L’app ha tantissime funzionalità, molte delle quali di gran lunga superiori all’acerrimo rivale. Tuttavia nelle ultime ore in tantissimi utenti ci hanno segnalato che l’applicativo risulta down per motivi ancora da verificare.

Telegram down in tutto il mondo secondo Downdetector

Come anche segnalato da Downdetector, il noto sito che rileva problematiche server riguardanti applicativi e siti a livello mondiale, il servizio di messaggistica istantanea ha verificato numerosi problemi di comunicazione con il server negli ultimi 50 minuti. Questi problemi, come già accennato, non permettono agli utenti di comunicare tra loro o inviare files. Tuttavia è comunque bene segnalare che le problematiche si riscontrano ad intermittenza e dipendono anche dalla zona di connessione dell’utente.

In ogni caso, pare che la problematica sia da estendere non solo all’Italia ma all’intero mondo. Tantissimi nostri utenti, infatti, ci hanno comunicato il down e su Downdetector lo stesso accade anche in altre parti del mondo.

Leggi anche:  SMS sconfiggono WhatsApp e Telegram, alcuni utenti li preferiscono ancora

Quando tornerà disponibile e cosa è successo?

Al momento quindi non si sa, quindi, quando il servizio ritornerà disponibile, ma ricordiamo che l’ultima volta che Telegram ha riscontrato problemi risale a circa un mese fa. In particolare, era il 27 giugno 2018. In questo caso specifico, le problematiche erano da identificarsi nell’introduzione di nuove importanti funzioni che sarebbero state introdotte da lì a poco. Tra di queste, ad esempio, la velocità doppia di ascolto per quel che riguarda i messaggi vocali.

Non ci resta, dunque, che attendere per scoprire quando il servizio ritornerà disponibile all’utilizzo e il motivo del blocco. La speranza di major update per un applicativo già di per sé quasi perfetto è sempre l’ultima a morire!

P.s.: speriamo nella tanta attesa introduzione del gruppo di chat.