Huawei VLC

Come detto svariate volte, forse troppe, uno dei problemi maggiori degli smartphone attuali è la batteria. La durata non riesce quasi mai a reggere la potenza e le funzioni di un dispositivo e le strategie dei produttori per aggirare il problema sono sostanzialmente due: una batteria più grossa e o una tecnologia di ricarica rapida. Purtroppo il primo non è sempre applicabile, se non stravolgendo i design dei dispositivi, mentre il secondo, ovviamente, è solo un ripiego per quando lo smartphone è scarico.

Ci sono altri metodi minori comunque, come quello di bloccare tutti i processi in backgroud. In questo, Huawei ci sta mettendo tutto l’impegno possibile per  evitare che le applicazioni consumino troppa carica. Così facendo però sorgono altri problemi, infatti alcune app, per svolgere il loro lavoro a dovere, hanno bisogno di continuare a funzionare anche quando non le si ha aperte. Una di queste è VLC media player che da poco ha messo nella lista nera alcuni smartphone della compagnia

Leggi anche:  Divieto di utilizzare lo smartphone in classe: Francia in prima linea, quando in Italia?

 

Addio VLC

Ieri, mercoledì 25, VideoLAN, la non-profit che costruisce e gestisce VLC, ha annunciato su Twitter che è ora nella lista nera dei telefoni Huawei, come è stato notato da FrAndroid. Questo si può considerare un vero è proprio Ban, ma a quanto pare solo sui modelli più recenti di degli smartphone Huawei. Se proprio qualcuno non riuscisse a fare a meno di tale applicazione però, c’è sempre la possibilità di installarla usando il file APK.

Questa politica da parte di Huawei è pericolosa però. Altri sviluppatori potrebbero seguire l’esempio di quelli di VLC e sostanzialmente abbandonare lo store negli smartphone della compagnia.