WhatsApp: il ritorno a pagamento è adesso ufficiale, il nuovo messaggio lo introduce

Su WhatsApp si alternano con cadenza costante alcune truffe sono in grado di terrorizzare centinaia e centinaia di persone. Nel corso delle settimane, abbiamo conosciuto la fake news dei buoni sconto, notizie fasulle legate a conti corrente, altre riguardanti funzioni del proprio smartphone. Gli hacker, insomma, riescono a trovare sempre terreno fertile per imbambolare utenti sprovveduti.

 

WhatsApp, così si combattono i messaggi spam

A seguito di proteste e segnalazioni, ora il team di sviluppo vuole entrare nel vivo della questione. Grazie ad un aggiornamento sviluppato da poco, il lavoro dei malintenzionati dovrebbe essere leggermente più difficile in futuro.

Come tutti noi sappiamo, la maggior parte delle malefatte WhatsApp nasce da testi spam. Limitare lo spam equivale in linea teorica ad arginare le truffa.

La chat si doterà presto di una nuova grafica che evidenzierà tutti i contenuti (sia testi che file) inoltrati in grande mole da uno device ad un altro. Ogni qual volta avremo sul nostro smartphone un messaggio con la dicitura “Inoltrato”, si dovrà accendere noi una sorta di spia.

Tale iniziativa non è altro che l’ennesimo provvedimento della famosa task force per limitare il perdurare spam. WhatsApp ha iniziato questa battaglia nelle prime fasi del 2018. Nel corso delle prossime settimane, saremo in grado di verificare eventuali benefici.