PostePay EvolutionLe PostePay emesse da Poste Italiane, in tutte le loro varianti, continuano ad essere protagoniste di truffe online che utilizzano email ed SMS falsi per accaparrarsi il denaro dei clienti. La carta in questione, questa volta, è PostePay Evolution, la prepagata più utilizzata dagli italiani, insieme alla versione PostePay Standard.

Il phishing non da tregua a PostePay Evolution!

PostePay Evolution viene giornalmente colpita dal phishing e il motivo è semplice.

Le prepagate di Poste Italiane permettono di eseguire numerose operazioni. I possessori hanno la possibilità di sfruttarle in totale sicurezza per gli acquisti online o, per esempio, trasferire il denaro da una carta all’altra. Le due carte sono quelle più utilizzate dai clienti di Poste Italiane proprio perché in grado di garantire tanti vantaggi da sfruttare con semplicità. Dimostrazione delle numerose caratteristiche convenienti per i clienti sono, per esempio, la possibilità di ottenere offerte particolari, se clienti PosteMobile, e quella di gestire il proprio conto direttamente online. PostePay Evolution possiede però una caratteristica particolare che offre dei vantaggi anche ai truffatori. Il codice IBAN presente in questa prepagata permette di ricevere un bonifico e non ha bisogno di essere legata ad alcun conto corrente. Un modo semplice per ricevere dei pagamenti!

La semplicità, insomma, si è riversata contro le due prepagate. Il phishing, infatti, sfrutta tecniche altrettanto semplici per truffare i titolari delle carte. Si tratta di email ed SMS falsi che intasano i dispositivi degli intestatari delle carte prepagate. Le vittime ricevono comunicazioni a nome di Poste Italiane che richiede di inserire i dati di accesso al conto attraverso un link. Effettuando l’accesso al sito consigliato, dall’email o dal messaggio, ci si ritroverà con il conto completamente prosciugato. Un metodo facilissimo che consente ai malfattori di avere un grande successo. PostePay Evolution dà ai truffatori la possibilità di utilizzare espedienti più convincenti, in grado di ingannare più vittime. Chiunque sarebbe incuriosito da un bonifico in arrivo direttamente sulla propria carta.

Fortunatamente, nelle ultime settimane, diversi enti, tra cui la Polizia Postale, si sono impegnati diffondendo istruzioni importanti che permettono di evitare la truffa.