Mediaset PremiumMediaset Premium cerca di placare l’ira dei propri abbonati con un nuovo messaggio in cui sostiene di essere ottimista sull’acquisizione dei diritti di ritrasmissione per la prossima Serie A, annunciando comunque di prendere seri provvedimenti nell’eventualità in cui l’accordo con Sky non abbia esito positivo.

La pazienza dei milioni di clienti dell’azienda nazionale sta ormai giungendo al capolinea. Per mesi abbiamo assistito a, purtroppo, un lento declino di uno dei capostipiti del mondo delle pay TV nel nostro paese. Con la perdita della Champions League, dell’alta definizione e, infine, della Serie A, il futuro sembra essere tutt’altro che positivo (nonostante una campagna promozionale interessante). Considerato che, ad oggi, la maggior parte dei clienti sottoscrive un contratto per prendere visione dello Sport, pensare di non poter trasmettere le competizioni più importanti lascia davvero tutti con l’amaro in bocca.

 

Mediaset Premium: ira dei clienti manda in crisi l’azienda

Non è ancora detta l’ultima parola, con un messaggio ufficiale l’azienda cerca di placare, per ora, l’ira dei consumatori. Mediaset Premium potrebbe, se riuscirà a trovare un accordo con Sky, ottenere i diritti di ritrasmissione del prossimo campionato. Naturalmente la copertura non sarà completa, ma limitata ad una selezione di squadre. La conclusione è ancora lontana, la pay TV afferma comunque di essere ottimista e speranzosa della buona riuscita.

Leggi anche:  Mediaset Premium ruba gli utenti a Sky, abbonamento incredibile tutto incluso

Una risposta definitiva, stando al comunicato, si riceverà entro il 15 luglio. Nella remota eventualità in cui la trattativa non dovesse concludersi con esito positivo, Mediaset Premium assicura che provvederà a ridurre, dal 1 agosto, il prezzo di tutti gli abbonamenti (anche quelli già attivi).

Se stavate valutando l’idea di inviare la disdetta, vi consigliamo di attendere il 15 luglio, finalmente avrete una risposta definitiva sulla vicenda.