Google Home
Google ha appena annunciato una nuova funzionalità che amplia e migliora l’esperienza di utilizzo di Google Home e, naturalmente, Google Home Mini. Una feature che renderà felici tutti coloro che amano cucinare. Proprio così, se cercate spesso ricette gustose adesso potete farlo tramite Google Home.

LEGGI ANCHE: Google sfida Spotify e Amazon, YouTube Music è arrivato in Italia

Tutto ciò che si dovrà dire per sfruttare questa nuova funzionalità è “Hey Google, voglio cucinare con Tasty” ed il vostro Google Home realizzerà che siete in cucina ed aspettate solo lui per cucinare un piatto delizioso. Questa caratteristica è stata annunciata da Google tramite il suo account Twitter e per ora è funzionante solo negli Stati Uniti.

È il risultato dell’integrazione tra Google Home e Tasty. Non abbiamo molte informazioni sul funzionamento di questa integrazione ma possiamo immaginare che l’assistente intelligente di Big G non solo cercherà le ricette ma guiderà il cuoco di turno, ingrediente dopo ingrediente.

Probabilmente si potranno chiedere ricette partendo dal nome di una pietanza e, forse, direttamente dagli ingredienti che si hanno a disposizione in frigo o in dispensa. Inoltre, le ricette verranno spiegate in ogni dettaglio con la classica voce di Google Assistant. Questo è quello che immaginiamo possa fare vista l’assenza di un video ufficiale.

 

Google Home, lo smart speaker casalingo è un successo

Google ha aggiunto diverse nuove funzionalità al suo altoparlante da salotto da quando è stato presentato nel novembre del 2016. E sembra che gli appassionati apprezzino il lavoro portato avanti dal colosso di Moutain View. Secondo un rapporto che è emerso a maggio, le spedizioni di Google Home sono aumentate del 709% nel primo trimestre del 2018.

Con tuta probabilità, il merito di un risultato così eccezionale, è anche di Home Mini che non solo è più piccolo ma anche molto conveniente. Si prevede che nel prossimo futuro il numero di altoparlanti intelligenti crescerà sempre di più, anche se è interessante capire quale sarà il prossimo passo da parte dei colossi dell’high tech.

E soprattutto se questi assistenti digitali, dotati di propria intelligenza artificiale, soddisferanno tutti ma proprio tutti i desideri dei loro proprietari.