Amazon sfidata da Google con YouTube Music

Quando si parla di musica in streaming siamo tutti abituati a menzionare Spotify ed Amazon Music. D’ora in poi però, ci sarà un’altra piattaforma che andrà a fare concorrenza alle prime due: YouTube Music, che è arrivata anche in Italia.

Il servizio di streaming è disponibile in ben 17 paesi, tra cui anche l’Italia. Come negli altri due casi, possiamo trovare un servizio Free con pubblicità e un servizio Premium a pagamento senza annunci, a soli 9.99 euro al mese.

 

Amazon e Spotify sfidate da Google con YouTube Music, anche in Italia

Possiamo finalmente dire che in Italia si espande l’offerta musicale in streaming, anche se alcune aziende non diranno sicuramente lo stesso. È il caso di Amazon, che ha appena introdotto il servizio Prime Music e Spotify. L’azienda di Mountain View ha spiegato in una nota: “Non solo video musicali, ma anche album ufficiali, singoli, remix, performance live, cover, insieme alla musica difficile da trovare“.

La nuova piattaforma, come anticipato prima, ha due tipi di abbonamento. Quello free con pubblicità e Premium senza pubblicità con la possibilità di download per l’ascolto offline. La versione Premium costa solamente 9.99 euro al mese e tutti gli utenti iscritti avranno anche tanti altri vantaggi. Potranno avere accesso a tutti i contenuti YouTube Originals, come Cobra Kai, The Sideman Show, F2 Finding Football. Se vi iscrivete in questi giorni, avrete anche la possibilità di avere 3 mesi di YouTube Premium gratuitamente.

Leggi anche:  Amazon ha deciso di rimandare il film di Woody Allen, ecco il motivo

Il Chairman & CEO di Warner Music Italy, Marco Alboni, ha dichiarato: “YouTube si è dimostrata da sempre una fonte popolare e diffusa per il consumo di musica. Ora siamo nella condizione di poter lavorare assieme per dare un servizio ancora migliore ai fan della musica e, contemporaneamente, assicurare la remunerazione agli artisti per la loro creatività. Questo contribuirà ulteriormente alla crescita complessiva del mercato nei prossimi anni“.