Secondo l’ultimo rapporto della WXYZ, una donna che stava viaggiando da Detroit nella sua auto il 21 maggio è stata per suo malgrado protagonista di un evento che mai si sarebbe immaginato. Stava usando il suo Samsung Galaxy S4 e aveva poggiato un Samsung Galaxy S8 nel portabicchieri.

All’improvviso ha notato una scintilla proveniente da entrambi i device e nel giro di un paio di secondi lo smartphone ha iniziato a prendere fuoco. Fortunatamente, è riuscita ad accostare e scendere dall’auto, che in breve tempo è stata ricoperta dalle fiamme.

“Pensavo che sarei morta quando ho visto le scintille ed il fuoco. Stavo guidando verso il basso Evergreen, con la coda dell’occhio, ho visto una scintilla. E’ successo tutto molto velocemente, il device è andato a fuoco.

Le persone mi hanno urlato di scendere subito dall’auto. E se fossi stata in autostrada bloccata nel traffico o non sarei potuta uscire?”. WXYZ ha citato la vittima senza indicarne il nome. Il canale americano si è confrontato con i Vigili del Fuoco di Detroit ed hanno confermato la versione del malcapitato.

Il suo avvocato, Gerald Thurswell, ha dichiarato che l’individuo a causa dell’accaduto sta avendo problemi con il sonno e non è più sereno. L’avvocato ha anche aggiunto: “Abbiamo contattato Samsung, sono stati molto responsabili ed hanno inviato un equipe per esaminare l’auto e le parti del telefono”.

 

Leggi anche:  Samsung, gli smartphone che riceveranno Android Oreo all'inizio del 2019

Samsung di nuovo al centro di un nuovo caso di esplosione dei suoi smartphone

 

Il portavoce di Samsung ha riferito a WXYZ, che lavorano continuamente per garantire la qualità e la sicurezza a coloro che utilizzano gli smartphone del brand negli Stati Uniti. “Siamo ansiosi di aprire un’indagine completa su questo argomento e finché non saremo in grado di esaminare tutte le prove, è impossibile determinare la vera causa di qualsiasi incidente”.

Finora non c’è nessuna causa intentata contro il colosso della Corea del Sud.Non si tratta della prima volta per Samsung e di certo questa notizia non avrà fatto piacere al produttore Sud-Coreano. Ricordiamo tutti il caso dei Galaxy Note 7, ritirati dal mercato a causa delle esplosioni improvvise, un paio di anni fa. Lo smartphone era così pericoloso che persino le compagnie aeree hanno vietato l’accensione del telefono durante il viaggio, tanto da essere ritirati dal mercato.