L’ultima anteprima per sviluppatori di Android P ha iniziato a diffondersi su una serie di smartphone prodotti da Google e di terze parti all’inizio di questa settimana. Essa contiene riferimenti a un caricabatterie wireless creato da Google e un supporto migliore per tali tecnologie. Pixel 3 e Pixel 3 XL potranno essere ricaricati senza essere collegati.

Il tutto è stato scoperto per la prima volta da XDA Developers. Una serie di frammenti di codice estratti dal nuovo firmware fa riferimento a qualcosa chiamato “dreamliner“. Il rispettivo pacchetto non è correlato a nessuna app disponibile pubblicamente. Infatti, è etichettato come proveniente direttamente da Google. Attualmente sembra essere sottoposto a test interni presso l’azienda.

Una versione dell’APK System UI contiene anche moduli di informazione “dreamliner” vuoti con campi per i produttori. Essi indicano che il nome in codice può riguardare una nuova categoria di prodotto o un singolo prodotto. In ogni caso, non sarà necessariamente di Google ma progettato ed etichettato come “Realizzato dall’azienda”.

I nuovi Google Pixel 3 godranno della ricarica in modalità wireless grazie alle novità introdotte con Android P

La più profonda integrazione della ricarica wireless con Android P è prevista entro la fine di quest’anno. Sotto forma di una nuova classe di dispositivi nel menu “Dispositivi connessi” gestirà specificamente i caricabatterie wireless. La versione originale di Android era in grado di riconoscere tali dispositivi da quando Android 4.2 Jelly Bean ha colpito il canale alla fine del 2012, ma le sue capacità rimangono piuttosto limitate.

Leggi anche:  Pixel 3, la navigazione a gesture si può disattivare ma bisogna smanettare

L’ultimo dispositivo di Google per la ricarica wireless è stato il Nexus 6 prodotto da Motorola. Esso è stato rilasciato alla fine del 2014 dopo che la società era già stata venduta a Lenovo, con i Nexus 6P e 5X che non avevano questa caratteristica negli anni successivi. Anche i telefoni del programma Nexus non sono considerati interamente “realizzati da Google” poiché la linea Pixel viene pubblicizzata anche se la consociata di Alphabet continua a non trattare alcuna produzione su larga scala. Mentre le prime due generazioni di telefoni Pixel non supportavano la ricarica wireless, l’imminente si dice che sia dotato di un retro interamente in vetro, quindi abbinato al codice sopra descritto. Molti osservatori del settore stanno ora speculando che la funzione si farà strada verso la famiglia di prodotti Pixel 3. I nuovi dispositivi dovrebbero essere annunciati all’inizio dell’autunno.