Il metodo di sblocco tramite riconoscimento facciale di OnePlus 6 può potenzialmente essere aggirato da una semplice fotografia. In un tweet pubblicato ieri, un utente ha dimostrato come, utilizzando una sua foto, sia possibile sbloccare lo smartphone – che quindi non si dimostra poi così sicuro rispetto alle soluzioni offerte da Apple e Samsung.

Ciò detto, è importante sottolineare come non sia visibile se, effettivamente, OnePlus 6 si sblocchi, poichè è rivolto in direzione opposta rispetto alla videocamera; quindi il tutto potrebbe essere stato simulato.

Detto questo, la maggior parte dei cellulari Android può – probabilmente – essere sbloccata tramite l’utilizzo di fotografie. Ciò è abbastanza deludente, poichè anche smartphone da oltre 700 euro quali, ad esempio, P20 Pro e LG G7 ThinQ, potrebbero subire una simile sorte.

 

OnePlus 6 è poco sicuro?

OnePlus 6 propone una dichiarazione di non responsabilità che viene visualizzata quando si seleziona il Face ID come metodo di sblocco; dunque, la stessa azienda ammette che questo metodo di sblocco è poco sicuro. È dunque un problema di Android, che ancora non supporta nativamente lo sblocco con riconoscimento del volto.

Leggi anche:  OnePlus 6T, arriva l'esclusiva colorazione Thunder Purple

In tal senso, Xiaomi, per il suo Mi 8 ha pensato bene di implementare un sistema di riconoscimento facciale 3D simile a quello implementato su iPhone X; ancora, il top gamma dell’anniversario sarà dotato di uno scanner per le impronte digitali in-display.

In una dichiarazione rilasciata ai colleghi di Phone Arena, OnePlus:

“Abbiamo progettato il Face Unlock in modo pratico e, sebbene abbiamo adottato misure per ottimizzare la sicurezza, raccomandiamo comunque di utilizzare una password / PIN / impronta digitale per preservare la sicurezza. Per questo motivo, il Face Unlock non è abilitato per le app sicure come i pagamenti bancari. Lavoriamo costantemente per migliorare tutta la nostra tecnologia, incluso Face Unlock. ”