drone medico 5GUn drone 5G potrebbe salvarci la vita. Un’affermazione che si colloca a margine del nuovo progetto med-care Ericsson, il quale prevederà la rapida consegna in sicurezza di un defibrillatore da utilizzarsi in loco per le persone colpite da improvviso arresto cardiaco.

Ericsson si è posta a capo del progetto e collabora perla finalizzazione del sistema insieme a Telia e l’Università di Medicina Karolinska Institute.

 

Drone 5G Ericsson: la salvezza arriva dall’alto

Xiaomi Mi Rabbit ha senz’altro destato il nostro interesse, ma la finalità del nuovo progetto Ericsson per un drone 5G destinato agli interventi di emergenza va ben oltre il semplice concetto amatoriale del mercato consumer.

I futuri cambiamenti del sistema sanitario pubblico sono stati oggetto di discussione, dopo la firma dei cinque primi ministri di Svezia, Norvegia, Danimarca, Finlandia e Islanda concessa in merito alla possibilità di fornire un serio input di sviluppo per il 5G nell’ambito sanitario.

Si è chiaramente dimostrata un’anteprima del progetto realizzato dalle tre società, il quale sarà avviato in via del tutto preferenziale nei rispettivi Paesi sottoscriventi. Il video sample mostra chiaramente su cosa si stia lavorando.

Le velocità operativa dei droni sarà 4 volte superiore rispetto ad un’ambulanza. In tal caso le possibilità di sopravvivenza aumentano esponenzialmente, portando ad una minor incidenza di danni sul sistema cardiovascolare del paziente. Secondo alcuni studi, ad oggi, le persone afflitte da problemi cardiaci soccorsi entro 3 minuti hanno il 70% di possibilità in più di salvarsi.

A breve, speriamo di poter contare su un simile supporto. Nel frattempo la sperimentazione 5G ed IoT continua spedita.