Huawei Mate SE

Huawei Mate SE ha finalmente ricevuto l’upgrade ad Android Oreo. Un’operazione dovuta anche se in Italia sono in pochi ad averlo, essendo l’edizione USA di Honor 7X. Come ben possiamo immaginare, la competizione tra produttori di smartphone diventa più serrata man mano che i mesi passano. E come biasimarli? D’altronde una pletora di entusiasti come noi androidiani non aspettano altro che scoprire l’ultimo flagship con le sue fantastiche feature. Ovvio che per i produttori diventa preponderante fidelizzare i propri fan, e rilasciare update e patch di sicurezza regolarmente è una buona pratica.

Tanti brand stanno curando questo particolare aspetto in queste settimane con il roll out di Android Oreo 8.0 sui loro prodotti, con un occhio anche allo sviluppo del prossimo Android P. In casa Huawei è il turno di Mate SE.

 

Cosa cambia con Oreo su Huawei Mate SE

Huawei Mate SE diventa così uno smartphone più rilevante sul mercato, poiché i benefit del nuovo OS lo rendono più fluido e sicuramente più performante. Probabile che Huawei abbia inoltre aggiunto molte altre customizzazioni in questo update, poiché sappiamo che pesa circa 2,4GB, ovvero quasi il doppio della maggior parte dei file di aggiornamento standard di Oreo che si attestano su 1,5GB di volume.

Leggi anche:  Netflix: serie tv cancellate, ma gratis per tutti grazie al nuovo trucco legale

L’update su arriva con una versione personalizzata di EMUI 8.0 che importa nuove feature in merito al recycle bin, nuove patch di sicurezza, ottimizzazioni basata su AI, una nuova navigazione. Come è prassi comune negli aggiornamenti rilasciati ufficialmente, questo update non arriverà su tutti i Mate SE contemporaneamente. Per questo dovrete pazientare un po’ e controllare con frequenza la vostra sezione dedicata sullo smartphone per controllare l’arrivo dell’update OTA.