Motorola, il brevetto dello smartphone che diventa un tablet

Motorola non vuole essere lasciata indietro nella corsa al primo smartphone pieghevole e a rivelarlo è un brevetto emerso in rete questa mattina. Una proprietà intellettuale che mostra e descrive uno smartphone che si apre trasformandosi un tablet, archiviata a settembre 2016 ma approvato solo a marzo di quest’anno.

LEGGI ANCHE: Moto G6 disponibile su Amazon Italia a 270 euro con spedizioni dal 21 maggio

Progettare uno smartphone veramente pieghevole è sicuramente un compito difficile, senza contare che lo sviluppo di un dispositivo che è pronto per il mercato di massa è ancora più difficile. Motorola ha poi deciso di unire il tutto con un prodotto che in linea teorica può passare da uno smartphone ad un tablet senza ricorrere a particolari trucchi di magia.

Motorola ed il suo primo smartphone pieghevole

In realtà il progetto è meno impossibile di quello che sembra perché ha già un concorrente disponibile sul mercato. Stiamo parlando di ZTE Axon M al quale questo Motorola sembra strizzare l’occhio. Come mostrano le immagini, lo smartphone avrebbe due display per lato e si trasformerebbe in tablet grazie ad una cerniera posizionata al centro.

Un metodo non proprio originale che siamo curiosi di capire come verrà davvero implementato. La cerniera dello ZTE, infatti, è antiestetica e non riesce ad unire con una soluzione di continuità i due schermi in un solo pannello. La proprietà intellettuale contiene anche una serie di informazioni su una speciale custodia.

Un accessorio che non si limiterebbe solo a proteggere il dispositivo ma anche come supporto per attivare la ricarica wireless della batteria, quando necessaria. In ogni caso ci teniamo a sottolineare che si tratta unicamente di un brevetto e come tale non è detto che l’idea di Motorola si trasformi in realtà.

Per quanto ne sappiamo, il produttore potrebbe aver abbandonato il progetto.

Motorola, il brevetto dello smartphone che diventa un tablet