La tecnologia continua a fare passi da gigante giorno dopo giorno e l’ultima novità dimostra che i progressi hanno raggiunto un livello eccezionale.

Un gruppo di ricercatori australiani ha annunciato di recente la creazione di un algoritmo di apprendimento automatico in grado di percepire alcuni tratti della personalità di un uomo attraverso gli occhi. L’esperimento ha coinvolto 42 studenti della Flinders University che, indossando degli occhiali in grado di analizzare i movimenti oculari, hanno dovuto svolgere semplici attività, come fare acquisti in un negozio.

I risultati creano enormi aspettative. Il rapporto tra l’uomo e la macchina potrebbe rafforzarsi sempre di più ponendo le basi per grandi progetti in grado di migliorare e personalizzare l’utilizzo di strumenti, come auto o smartphone, attraverso lo sguardo.

Anche le macchine percepiscono i nostri sentimenti attraverso lo sguardo

Gli occhi sono in grado di trasmettere moltissimi messaggi. Gli psicologi sostengono che la nostra personalità caratterizza il nostro sguardo modificando anche il modo in cui osserviamo ciò che ci circonda. Secondo lo studioso Andreas Bulling le persone con tratti simili tendono ad avere movimenti oculari uguali. Lo scopo della ricerca era quello di analizzare il rapporto tra personalità e sguardo ed è stato decisamente facilitato dall’algoritmo.

Leggi anche:  Samsung Galaxy S10 avrà un'unità IA supportata da Kirin 980

Adesso anche le macchine possono quindi percepire le nostre emozioni. I ragazzi durante l’esperimento hanno compilato un questionario riguardo cinque tratti della loro personalità e quattro sono stati correttamente rilevati dai ricercatori attraverso l’analisi dei movimenti oculari. L’intelligenza artificiale diventa così in grado di percepire i sentimenti di un uomo semplicemente guardandolo negli occhi.