Android P-ify Xposed Module

Android P o Android 9.0 P verrà presentato per la prima volta al Google I/O 2018 mentre il suo rilascio è atteso per la fine dell’anno. Tuttavia, passerà molto tempo prima che buona parte degli smartphone Android già in commercio lo riceveranno come aggiornamento software. È per questo che nasce Android P-ify.

LEGGI ANCHE: Wind per la festa del papà offre 1000 minuti, 500 SMS e 30 giga a 10 euro

Si tratta di un nuovo modulo per Xposed, il tool che permette di effettuare modifiche profonde al sistema operativo Android, che permette proprio di provare alcune delle novità che si conoscono già di Android P. Tra queste ci sono la nuova posizione dell’orologio sul lato sinistro della batta di stato, le icone colorate in impostazioni e le nuove animazioni.

Android P-ify è il modulo Xposed per provare le novità di Android P su Oreo

Nello specifico lo sviluppatore di questo modulo permette di provare in anteprima il nuovo design per i quick settings, l’inedita disposizione dell’orologio insieme ad una nuova barra di ricerca dall’aspetto arrotondato, nuove animazioni per le applicazioni, icone colorate all’interno della applicazione impostazioni ed un nuovo toggle per tutte queste funzioni.

Leggi anche:  Nokia: confermato l'aggiornamento ad Android 9 Pie per i suoi smartphone

Android P-ify può essere scaricato gratuitamente da questa pagina del forum di XDA. Il download restituirà un file APK che gli utenti potranno installare come una normale applicazione a patto di avere attiva l’opzione per l’installazione dei file con origine sconosciuta. Una voce che si trova solitamente  nel menu applicazioni o sicurezza.

Naturalmente gli utenti che intendono installarlo dovranno avere anche Xposed installato correttamente. Lo sviluppatore di Android P-ify sconsiglia, invece, l’installazione del modulo a quegli utenti che hanno uno smartphone con l’interfaccia utente pesantemente personalizzata dai produttori.

È il caso di Samsung e della sua interfaccia così come LG e OnePlus. Inoltre, il modulo è compatibile solo con gli smartphone dotati di Android 8.0 Oreo e presenta comunque qualche bug. Uno di questi ha qualche problema che compromette la visualizzazione e l’accesso alle icone delle impostazioni.