Vodafone, Wind, TIM e TRE

La fatturazione illegale delle bollette da parte dei principali operatori telefonici è ormai diventato un argomento di primo piano. Dal governo arriva un nuovo, importante segnale, nel disegno di legge si pensa di inserire l’obbligo di rimborso agli utenti.

Fatture a 28 giorni, il governo pensa al rimborso per gli utenti

Nelle ultime settimane abbiamo per lungo tempo parlato delle fatture a 28 giorni introdotte dai principali operatori (TIM, Vodafone e Wind Tre) in primis. In seguito a grandi reclami da parte dell’AGCOM, il governo ha deciso di proporre un disegno di legge in cui impedire alle azienda una simile fatturazione. Noi di TecnoAndroid abbiamo provato ad immaginare cosa accadrebbe se venisse approvato, ma in questi giorni nuove notizie arrivano dal governo stesso.

Alessia Morani, ha recentemente aggiunto una proposta di legge, che probabilmente dovrebbe essere inserita nella legge di bilancio, che prevede l’obbligo di fatturazione mensile (ogni 31 giorni) per tutti gli operatori (dalla telefonia al gas/luce). Oltre a questo, un rimborso per gli utenti vittime di un aumento di almeno l’8,7% della spesa, a causa di una differente fatturazione da parte dell’azienda (la cosiddetta tredicesima bolletta). Le sanzioni per chi non rispetta le nuove, eventuali, direttive, verranno raddoppiato.

Leggi anche:  Vodafone rivoluziona le sue offerte: il provider lancia queste nuove grandi tariffe

Adiconsum, dal canto suo, si dichiara momentaneamente soddisfatta dell’intervento del governo, ma soprattutto auspica una “soluzione in tempi brevi e certi”. Molte, troppe, volte, come è accaduto per la legge contro i call center, esiste il disegno/proposta, ma prima dell’approvazione si è dovuto attendere veramente troppo.

Speriamo, per il bene di tutti noi, che la situazione si possa risolvere nel più breve tempo possibile.