WhatsApp: nuova multa per gli utenti TIM, Tre, Wind e Vodafone per 320 euro

Un tempo c’erano solo i messaggi, poi sono arrivate le foto e con esse anche i video. Successivamente WhatsApp ha aperto la sua piattaforma alla condivisione della posizione, agli stati, ai gruppi. Tutto questo, in ordine cronologico, ci ha portato alla nascita delle note vocali, strumento che ha rivoluzionato la comunicazione tra due o più utenti in chat.

WhatsApp, una nuova funzione dopo le note vocali

Se prima per spiegare un lungo concetto eravamo costretti a scrivere lunghi testi (o magari ad effettuare una telefonata), grazie alle note vocali ora possiamo riassumere il tutto con una registrazione della nostra voce.

La novità per WhatsApp è stata un vero successo, tanto che ora gli sviluppatori stanno cercando in tutti i modi di bissare il fortunato esperimento.

Secondo indiscrezioni datate e recenti, dietro l’angolo per la chat di messaggistica più importante nel globo c’è l’idea delle “note video”.

Le note video sono brevi filmati da registrare in maniera istantanea tramite la piattaforma e da inviare direttamente in una conversazione. Il loro funzionamento si ricollega in tutto e per tutto alle registrazioni vocali.

Leggi anche:  WhatsApp: gli utenti Vodafone, Tim e Wind TRE sono in pericolo, in arrivo una multa da 500 euro

Differenza tra note video e filmati standard

A differenza dello scambio contestuale di filmati, le note video non si salvano in automatico sul proprio device. Lo strumento, in certi tratti, ripercorre l’uso dei file su social come Instagram o Snapchat.

L’esperimento di WhatsApp è in fase di realizzazione e potrebbe arrivare sui nostri device già nel corso dei prossimi mesi.