Alcuni anni fa il sistema operativo Windows di Microsoft era il più utilizzato in tutto il mondo, soprattutto nelle aziende. Tuttavia, il 2017 ha visto la sua posizione ribaltata. Il sistema operativo Android di Google è attualmente al vertice, soprattutto poiché i dispositivi mobile sono in aumento in ufficio mentre il computer desktop è in declino.

Il CEO di StatCounter, Aodhan Cullen, ha definito questo cambiamento una “pietra miliare nella storia della tecnologia, la fine di un’era.” Il suo sentimento non è infondato dato che Microsoft ha tenuto il primato per oltre 30 anni e vederlo ricadere su un sistema operativo mobile, che cinque anni fa aveva una quota di mercato solo del 2,4%, è un’impresa straordinaria. Rappresenta un enorme cambiamento nel settore di cui molti sviluppatori aziendali devono prendere atto.

Se i dispositivi mobili continueranno ad esser predominanti, gli sviluppatori dovranno iniziare a chiedersi se rendere le app esclusive per desktop sia un buon investimento. I desktop non saranno completamente abbandonati, ovviamente, ma con queste evoluzioni nel settore è importante avere una strategia “mobile-first”.

Ciò sarebbe stato più difficile cinque anni fa, ma i progressi tecnologici hanno permesso agli smartphone di svolgere molti degli stessi compiti svolti dai computer. E-mail, fotoritocco, scrittura di documenti, trasferimenti di file e molto altro possono essere tutti eseguiti dal telefono tramite l’utilizzo di app. L’aspetto della portabilità degli smartphone è solo uno dei motivi per cui il mobile ha avuto una maggiore presenza sul posto di lavoro. I progressi nell’UI mobile sono un’altra ragione. In termini comparativi, l’interfaccia utente dei computer desktop è arcaica rispetto alla UI più semplice e semplificata sia su Android che su iOS.

A partire da novembre 2017 infatti, Android è il sistema operativo più utilizzato da quasi il 40% delle aziende. Il dato è in continuo aumento. Windows, invece, è sceso al 36,07%. Entrambi sono comunque avanti di molto rispetto ad altri ben noti sistemi operativi come iOS e Linux. Tutti questi risultati sono reperibili grazie a GlobalStats, una divisione di ricerca della società di analisi web StatCounter.

Leggi anche:  Google, l'anno dei piccoli errori che si sono accumulati

Il sistema operativo Android su dispositivi mobile sta battendo di gran lunga i PC desktop con Windows.

La semplicità dell’interfaccia utente mobile è un grande motivo per cui i sistemi operativi mobili sono diventati così popolari, ma devono anche essere intuitivi. Alcune attività, come la scrittura di lunghi report, saranno comunque preferibili sui desktop grazie allo schermo più grande e all’inserimento di tastiera e mouse. Per combattere questo, gli sviluppatori dovranno diventare più intelligenti con il design delle app.

Questo è stato riconosciuto dalla stessa Microsoft, che da Windows 8 in poi ha cambiato l’interfaccia utente dei propri desktop per imitare più fedelmente quella trovata sui propri telefoni e tablet. Microsoft voleva coesione in tutti i suoi prodotti. Non si può dire che la transizione per Microsoft sia stata regolare e alcuni elementi della loro vecchia interfaccia utente desktop siano finalmente tornati, però, le nuove aggiunte mobili alla fine si sono dimostrate popolari tra i consumatori, anche se i telefoni stessi no.

I desktop tuttavia sono ancora molto utilizzati nelle aziende. Entrambi i dispositivi mobili e desktop stanno attualmente lavorando in tandem e hanno persino la possibilità di connettersi con app di terze parti. Quindi, qualsiasi cosa sui telefoni può anche andare su un desktop e viceversa. Però se le cose continuano ad andare così, le app mobile saranno sempre più imbattibili.