In questi giorni, il Mise (Ministero dello Sviluppo economico) ha comunicato ufficialmente quali saranno i progetti di sperimentazione del 5G per la rete veloce in Italia. Nello specifico, le città coinvolte in questa sperimentazione sono : Milano, Prato, Aquila, Bari e Matera.

Per quanto riguarda l’iter di questa sperimentazione, le successive fasi del bando scatteranno dopo l’estate, nel mese di settembre.

Il progetto di sperimentazione

Dopo l’appalto vinto dalla Tim per la sperimentazione della rete 5G nella città di Torino, Vodafone Italia stravince il progetto di sperimentazione della rete 5G nell’ambita città di Milano. Questo successo è frutto di lavoro, visto che aveva già annunciato la copertura 5G di tre grandi città italiane entro il prossimo 2020. Inoltre, Vodafone ha dato la sua disponibilità per la rete 4.5 G ai suoi clienti, essendo il primo gestore telefonico ha raggiungere nelle città di Firenze, Palermo, Milano e Verona, una velocità in download di 800 Megabit al secondo.

Procedendo con l’assegnazione delle città coinvolte in questo sperimento, Wind Tre e Open Fiber si sono aggiudicate le città Prato e Aquila, mentre, Telecom Italia, Fastweb e Huawei Technologies Italia partiranno con i test a Bari e Matera.

Leggi anche:  TIM: una tariffa così con 10 Giga in 4G per i giovani non si era mai vista

Possiamo dire che sono state le basi per l’inizio di un nuovo progetto che porterà l’Italia a dotarsi di una nuova tecnologia innovativa, come quella delle reti mobili di quinta generazione.