Qualcomm Snapdragon 660
Qualcomm in disputa con BlackBerry in tribunale

Nel mese di Aprile, era giunta la notizia che Qualcomm avrebbe dovuto pagare 815 milioni di dollari a BlackBerry, per via di alcuni problemi dovuti ai diritti.
Le ultime indiscrezioni, parlano adesso di nuove cifre, ben più alte, che il noto produttore di CPU deve rendere a BB. La somma di denaro si è alzata a 940 milioni, che la Qualcomm dovrà pagare entro il 31 maggio.

Qualcomm è uno dei maggiori produttori di microprocessori per smartphone, infatti è presente nella maggior parte dei dispositivi di punta dei più blasonati brand, anche se i chipset di media e bassa frequenza, nell’ultimo periodo, sembrano aver guadagnato mercato, viste comunque le buone prestazioni che riescono a garantire.

Negli ultimi mesi Qualcomm e Blackberry, si sono incontrate per definire i costi di utilizzo del brevetto per i microprocessori, che appunto l’azienda canadese monta sui suoi dispositivi. Quest’ultima, ha ritenuto che la cifra proposta dal “chipmaker” fosse troppo elevata ed ha richiesto un arbitrato il tribunale.
Secondo il processo, Qualcomm, potrebbe aver fatto un overpay a BlackBerry per i suoi prodotti. Inoltre l’importo da pagare di 940 milioni, sarà escluso da spese legali ed eventuali interessi. Di certo BB, può ritenersi contenta per la nuova entrata.

Non è la prima volta che Qualcomm di vede protagonista in casi del genere, ricordiamo un “litigio” con Apple e con la U.S. Federal Trade Commission, dove in entrambi i casi gli sviluppi non sono ancora ben noti.