Lenovo Moto Z
Lenovo Moto Z ha ottenuto l’aggiornamento ufficiale ad Android 7.0 Nougat

Lenovo Moto Z è sulla bocca di tutti in queste ore per aver già ottenuto, a soli tre mesi dal lancio, l’aggiornamento all’ultima versione del sistema operativo di casa Google: Android 7.0 Nougat. La notifica OTA, infatti, è iniziata ad arrivare per tutti i clienti dell’operatore telefonico americano “Verizon” che hanno acquistato lo smartphone in comodato d’uso.

Dopo poco meno di due mesi dall’annuncio ufficiale, Lenovo ha deciso di mantenere fede alle sue promesse e, quest’oggi, ha iniziato a rilasciare il tanto atteso aggiornamento ad Android 7.0 Nougat. I modelli interessati dalla operazione di roll-out graduale sono i modelli “Moto Z” e “Moto Z Force” venduti direttamente dall’operatore statunitense “Verizon“.

Lenovo Moto Z, l’aggiornamento via OTA

L’update è arrivato mediante notifica OTA agli utenti selezionati e rappresenta la versione “NCL26.86-11” o “NCL25.86-11”, a seconda del modello. Il peso dell’aggiornamento è di circa 1,5 GB e la durata dell’installazione sarebbe pressapoco di una ventina di minuti, secondo quanto dichiarato da GSMArena in queste ore. La stessa, inoltre, consiglia di scollegare eventuali Moto Mods presenti sull’apparecchio per evitare un indesiderato e rischioso riscaldamento.

Lenovo Moto Z
Lenovo Moto Z, immagini dell’update tratte da “Reddit” e “GSMArena” USA

Per quanto riguarda l’aggiornamento italiano, non si hanno ancora notizie ufficiali a riguardo. Tuttavia, siamo fiduciosi che lo stesso possa arrivare in tempi ragionevoli anche nel Bel Paese, probabilmente nelle prossime 2/3 settimane. Vi invitiamo, pertanto, a recarvi periodicamente in “Impostazioni>Info sul telefono>Aggiornamento Software”, al fine di poter essere sempre immediatamente aggiornati su un’eventuale notifica.

Non ci resta che attendere ancora un po’ per poter godere di tutte le fantastiche novità apportate dal nuovo sistema operativo del robottino verde più famoso ed amato al mondo. Per ulteriori informazioni e novità sulla vicenda, continua a seguirici su TecnoAndroid.it!